volare sulla città di monopoli e oltre: riflessioni, politica, poesie.

21.8.07

Ancorato alla roccia: Ti amo quando...

Ti amo quando sono scoglio
brunito, aguzzo
e tu sei onda
impetuosa, lacerante
perfida e lasciva.

Ti amo quando sono cielo
azzurro, sterminato,
e tu sei vento
urlante il tuo dominio.

Ti amo quando sono terra,
arido deserto
e tu sei provvida sorgente,
miraggio dei miei giorni.

Ti amo quando sono solo:
sconfinatamente,
irreparabilmente solo,
e tu sei luce, anima, vita
e riempi il mio orizzonte.

Ti amo quando sono noia
vuota, buia, perfida
e tu sei il sorriso
del tempo che scorre.

Ti amo quando sono vecchio,
inerte, abulico
e tu sei spirito dirompente,
trascinante il mio fardello.

Ti amo quando non ci sono
perchè sei dentro di me
percorri le mie vene,
percuoti il mio cuore,
esplodi nel mio cervello.

Ti amo quando esco da me stesso
e cerco
il senso del mio esistere:
insolubile dubbio,
ma per questo ti amo
e non per sopravvivere.

0 Comments:

Posta un commento

Grazie del vostro commento.

<< Home

 
Contatore web